furcht kawai

Stefano Pettirossi

Digitale

Nasce a Terni il 28 marzo 1979
inizia a studiare musica all'eta' di sei anni cominciando a suonare il pianoforte con un insegnante privato. All'eta' di quattordici anni continua gli studi di musica presso la scuola "Lizard" di Fiesole con il maestro Filippo Martelli. Dal 2008 continua gli studi di musica con il maestro Walter Savelli (pianista per Baglioni e musicista di fama europea) ed attualmente frequenta il corso accademico di pianoforte jazz al conservatorio di Perugia sotto la guida del maestro Alessandro Bravo.
Oltre agli studi musicali sin da giovanissimo comincia ad interessarsi di registrazioni audio, editing audio, fonica, tecniche di missaggio e comincia a fare le prime esperienze anche come fonico. Nel 2000 apre uno studio di registrazione a Terni. Da qui le prime collaborazioni come fonico e musicista per alcuni progetti insieme a musicisti di fama nazionale. In seguito comincia la collaborazione con il C.E.T di Mogol, infatti nell'estate 2006 collabora alla realizzazione del disco degli L.M.C (Libera Musica da Concerto) avendo l' occasione di lavorare con affermati musicisti e docenti della struttura come il maestro Giuseppe Barbera. Dal 2006 al 2008 collaborerà col famoso Arrangiatore inglese Geoff Westley (Battisti, Renato Zero, Baglioni, Mango, Marcella e Gianni Bella, Alex Britti etc etc....) con il quale inizia una collaborazione per alcuni dischi di successo tra i quali "L'albero delle Fate" di Mango (contenente il brano che ha partecipato a Sanremo 2007) pre- producendo insieme a Westley il disco presso lo Studio Parsifal di Londra e concludendo il lavoro al Forward studio di Grottaferrata (uno dei più prestigiosi studi di registrazione d’Europa). Realizza per Westley anche il progetto dell'artista Frank Head che parteciperà a San Remo 2008 nella sezione giovani vincendo il premio della critica, ed inoltre collabora con l’arrangiatore britannico ad alcuni progetti prodotti da Maurizio Fabrizio. In seguito apre un nuovo studio a Narni chiamato "REVOLUTION ROAD" immerso nel verde di un bellissimo parco di pini (www.revolutionroad.it) insieme a Lele Anastasi (Zarrillo, Venditti etc etc) con annessa una modernissima scuola di musica. Molte le produzioni realizzate in questo studio e di molteplici tipologie, oltre produzioni di musica pop anche jingles, musiche per showreel, musica per filmati pubblicitari e quindi molte esperienze che hanno accresciuto le capacità e la voglia di sperimentare sia come tastierista che come fonico. Attualmente collabora stabilmente con il CET di Mogol in qualita' di Musicista, docente e arrangiatore nei due prestigiosi studi della struttura e divenendo responsabile dello studio principale. 

Nell'estate 2011 fa parte della band di Gatto Panceri in qualità di tastierista. A fine 2012 collabora con Giuseppe Barbera per la realizzazione del disco di Arisa "Amami Tour”. A Giugno 2013 collabora con l’arrangiatore Fio Zanotti in occasione di uno stage sulla produzione artistica. Tra il 2012 ed il 2014 co- arrangia, suona, registra e mixa diverse produzioni per il maestro Mogol tra cui, oltre a produzioni discografiche, diversi inni per le regioni Italiane ed in particolare arrangia la versione pop dell’inno delle Marche scritto da Giovanni Allevi. Infatti, grazie al lavoro svolto al CET, diverse sono state le occasioni di collaborazione con molti noti artisti e produttori della musica Italiana, fra cui ad esempio Mario Lavezzi, con cui ha avuto il piacere anche di esibirsi dal vivo.

A fine 2013 co-arrangia, registra e mixa il secondo singolo del disco di Arisa “Se Vedo Te” vincitore del festival di Sanremo 2014 .
Nella primavera/estate 2014 prende parte ad un importantissimo progetto ideato dal Maestro Mogol che lo vede impegnato come musicista, co- arrangiatore, fonico e programmatore, scrivendo gli archi e suonando le tastiere nel progetto “New Era” uscito il 18 novembre 2014, nella prima settimana di uscita è arrivato subito al quinto posto della classifica album di iTunes. Progetto seguito e trasmesso con servizi dalle maggiori reti televisive giornalistiche e culturali del paese, con il quale si esibisce in moltissimi noti teatri e prestigiose location dal 2015 al 2017, attualmente in tour, con il maestro Mogol. 

Qualcosa su Kawai

La prima volta che ho messo le mani sul Kawai MP7 sono stato letteralmente conquistato:

Una meccanica strepitosa unita ad una incredibile robustezza e trasportabilità, design elegante, funzioni di master keyboard complete ed intuitive, comandi da pannello ottimamente concepiti ed oltre ai bellissimi pianoforti c’è un arsenale sonoro completo e convincente.

Da tempo ormai è il centro irrinunciabile dei miei live setups

Stefano Pettirossi